Dal 3 al 9 Luglio 2018 si è svolto in Umbria l’incontro europeo “Scienza e Non Dualità” presso l’antico borgo di Titignano. Dalle Americhe, all’Australia, l’Africa e l’Asia circa duecento persone sono qui giunte a confrontarsi e condividere parti della loro vita esplorando tracce comuni in riguardo alle radici e i misteri dell’esperienza umana su questo pianeta.

 

 C’è quasi un desiderio sensuale per la comunione con gli altri che hanno una visione ampia. L’immensa realizzazione dell’amicizia tra coloro che sono impegnati a promuovere l’evoluzione della coscienza ha una qualità impossibile da descrivere“. Pierre Teilhard de Chardin

 

 

 

 

“Stiamo assistendo ad un bel cambiamento nella comunità SAND, esso si rivolge alla nostra esperienza umana ricordandoci della nostra natura divina prima ancora che al sè apparente. Lungo il viaggio spirituale c’è spazio per le ferite, i traumi, i cuori infranti, il dolore, la vergogna, il senso di colpa negli esseri umani… Ogni momento, qualsiasi situazione è una chiave per conoscerci. I nostri dolori, le nostre gioie, i nostri desideri sono la medicina richiestaci per saggiare chi siamo veramente.

La Nondualità è una storia d’amore nell’intero spettro dell’espeienza umana. Trascendenza ed immanenza sono due facce della stessa medaglia. L’illuminazione è l’intimità con ogni esperienza che si presenta nella forma umana. Siamo perfettamente divini nella nostra imperfetta umanità.

Lascia che il maestro sia il formicolio nella pancia, il pianto di un bimbo, il traffico, la tenerezza nel petto, la mano dell’amato/a… Inchiniamoci all’intelligenza dei nostri cuori.

Ci incontriamo a SAND per condividere quest’anelito d’intimità con tutti\e, per toccare l’inconoscibile, per incarnare ciò che è oltre ogni forma, per far esperienza della sorgente in tutta la moltitudine della forme, l’infinito attraverso la limitatezza dei cicli.

SAND è un terreno di gioco in cui arriviamo insieme per esplorare intuizioni o semplicemente sperimentare cosa emerge nel presente. Tutto è benvenuto qui; la realtà affiora attimo dopo attimo come infinita, eterna, interconnessa, intera, e noi non siamo separati da essa.

Zaya e Maurizio Benazzo da “Benvenuti a SAND 18 Incontro in Europa”

 

Per condividere il nostro essere (sat -sang) attraverso il dialogo e il silenzio possiamo fiorire in una spontanea esperienza di “risonanza senza limiti” in cui tutti i concetti evaporano nella meravigliosa semplicità, nella libertà selvaggia e nell’evidenza fuori da ogni dubbio di “ciò che è.

 

Salva