About nade diamanti

This author has not yet filled in any details.
So far has created 136 blog entries.

Dalla rivolta e il massacro nel carcere di Modena – Lettera di un testimone detenuto

In questi giorni di Primavera del 2020 molti di noi stanno vivendo per la prima volta nella loro vita la condizione di “isolamento” o reclusione forzata imposta dalla legge sul Covid 19 e punita in caso di non ottemperanza con multe e detenzione carceraria. La paura e la punizione sembrano essere purtroppo ancora i mezzi […]

La tranquillità è un modo di viaggiare, non una destinazione

In questo periodo mi trovo a vivere in un piccolissimo paese in Piemonte, a novecento metri di altezza: sono immerso nella natura e posso apprezzare questo inizio di primavera. Ogni giorno faccio una breve passeggiata nel bosco dove ho trovato, tra due vecchi castagni e qualche giovane quercia un angolo appartato dove mi siedo a […]

A che gioco giochiamo?

 
A volte mi piace immaginare gli dei dell’Olimpo che giocano a vedere l’effetto che fa creando situazioni bizzarre agli esseri umani.
Immagino Zeus che lancia uno strale e zac, il Covid-19 si manifesta nell’umano ed inizia la sua opera di colonizzazione cellulare.
Immagino Apollo e Dioniso che scommettono sul modo con il quale gli umani avrebbero risposto.
L’Oscura […]

Introduzione a Matrika n°9

Ci siamo fermati?
 
No.
Forse, continuano a muoversi pensieri nelle nostre menti e continuiamo ad identificarci con essi.
…La fame, la rabbia, il sonno, la gioia, la potenza, la paura, l’imperturbabilità, la fatica, l’equanimità, la morte, l’amore, la vita… Sembrerebbe che continuino ad affiorare emozioni ed impulsi e Noi continuiamo ad essere agiti da quelli.
[…]

Amore, oltre la morte.

Anima, mente ed ego sono mere parole. Non ci sono vere entità di questo genere. La Coscienza è la sola verità. La dimenticanza della vostra reale natura è la vera morte. Il ricordo di ciò è la vera nascita…
                                                                                                                                           Ramana Maharshi

Dalla pira
Ai resti, un omero ancora, tra le ceneri nella grata della cremazione notturna e di nuovo, brilla la luce all’alba, sulla superficie delle acque appena accarezzate dal vento.  Dalle braci si alza un vortice di cenere, sui capelli, sulla pelle, negli occhi, fin dentro ai polmoni attraverso le narici. Il Sole rosso dal Gange al cielo, a diradare le nebbie del mattino a Varanasi.
[…]

E’ la natura che guarisce

Una persona malata è sempre più ridotta ad un pacchetto di dati, sempre più raccolti automaticamente da sensori tecnologici e i pazienti sono diventati clienti, consumatori di servizi, di medicina personalizzata sempre più gestita da intelligenze artificiali con minimo intervento umano.
Ippocrate diceva che è molto più importante conoscere la persona che ha la malattia, che non la malattia che ha la persona. E diceva che il medico cura, ma è la natura che guarisce.
[…]

Caro amico geniale…

Caro amico geniale,
figlio del vento
e di carni promiscue, mercenarie
annunciato da un fato lungimirante
per merito di profeti eccellenti,
ti rispetto
e saluto la divinità che in te dimora
Namasté.

[…]

Tu sei il silenzio

“C’è qualcosa d’immobile, silenzioso, che ascolta queste parole. È Silenzio. È il Silenzio stesso che attraverso la tua forma ascolta queste parole, è il Silenzio che fa esperienza del mondo attraverso i sensi.
[…]

Un’eredità per i tempi oscuri: diventare un balsamo per tutte le ferite

“Prima di tutto, devi ascoltare il tuo ritmo e cercare di vivere secondo esso. Siate attenti a ciò che emerge dal profondo. Spesso, le nostre azioni sono solo imitazioni, adempimento di un’assunzione di dovere, o un riflesso di ciò che crediamo che un essere umano “dovrebbe” essere. Ma l’unica certezza che possiamo avere sulla nostra vita e sulle nostre azioni può scaturire solo dalla profondità del nostro essere.” – Etty Hillesum
[…]

Il sistema educativo istituzionale occidentale, diversità culturale e violenza

In questo articolo, analizzo il Sistema Educativo Occidentale alla luce delle diversità culturali e della violenza.
Per comprendere il contributo alla socializzazione del Sistema Educativo Occidentale da questa prospettiva, ne prendo in considerazione le radici attraverso il concetto di Paideia dell’antica Grecia e suggerisco che l’enfasi usata nell’ambito dell’educazione in Occidente, nel coltivare la mente per raggiungere l’eccellenza intellettuale, sia in relazione a questo termine. Anche se un tempo tale sviluppo della mente può essere stato fautore di evoluzione e la sua formazione sia stata intrapresa al servizio dell’ideale e del bene comune, legato allo Stato, all’anima e al divino come suggerito da Platone, nella società moderna tale sviluppo è divenuto onnipervasivo e abbiamo perso il contatto con il nostro “sentire” cuore-mente, un livello più profondo di coscienza.
[…]

Increspature del sapere

Di cosa sono fatti i pensieri?
Non sono cose materiali; non sono fatti di atomi o di niente di fisico. Eppure i nostri pensieri esistono chiaramente. Qual è, quindi, la loro sostanza essenziale?
Poiché spesso non consideriamo questa domanda, non abbiamo parole pronte per la “roba” da cui sono generati i fenomeni mentali. Forse il meglio che possiamo dire è che sono fatti di materiale mentale. Questo di per sé non dice molto, se non per sottolineare che non sono fatti di materia.
[…]

C’era una volta…

C’era una volta un medico occidentale.
Per ventura o per destino un lontano giorno del luglio 82 si ritrovò con la sua testa calda, pulsante e dolente, sotto il cielo notturno di Belo Horizonte (Brasile) con le sue stelle diverse e la luna orizzontale. Sotto di esse passeggiò trepidante per le strade periferiche e mal disegnate del Bairro (quartiere) Apareçida, alla ricerca di immagini familiari che tranquillizzassero la sua mente, senza trovarle. Caldo di febbre e fervore salì scale sapide d’aglio. Profano, scettico, titubante, ricercatore, complice e distaccato, incapace di essere semplicemente semplice, varcò la soglia di un Terreiro (tempio) di Umbanda , fece il suo ingresso nella sacralità scomposta della Tradizione Sciamanica Afro-Brasiliana.
[…]

La siddhi della Meno-Pausa e la saggezza di Kali

Tu che risplendi
Nelle ossa del firmamento
Le tue radici si perdono
Nel vuoto della paura
Il tuo sguardo feroce
Fulmina d’incanto
Proteggi il sangue
La sua saggezza
La sua potenza.
[…]

I sogni vengono da fuori. Conversando con Arianna Cecconi

Se sognare è un’attività universale, diverse sono le interpretazioni e il modo di vivere quella metà della vita che passiamo addormentati. Sognare in pianura è diverso che sognare in cima a una montagna, sognare durante una guerra è diverso che sognare in tempo di pace.

[…]

Venti di migrazione

                                                                    Muoviti
                                                                    Vai
                                                                    Beato è colui che parte

Una nitida giornata di sole
Il cielo un grande schermo pulito
All’improvviso, evocati dal nulla, gruppi di stormi segnano l’orizzonte, guidati da traiettorie mutevoli e precise.
Si spostano, insieme, e i loro disegni nell’aria paiono proprio frutto di un’intenzione preparata da tempo.
Si muovono per andare!?
[…]