About nade diamanti

This author has not yet filled in any details.
So far has created 118 blog entries.

Nuovi testi in libreria…

Annunciamo con grande gioia l’arrivo nelle librerie di un testo ricco di saggezza e scritto con semplicità e chiarezza da uno dei pionieri del progetto Matrika Consciousness Development: Pietro Thea.
Da anni immerso nello Yoga e nel Buddismo, Pietro rimane nell’autenticità di chi vive realmente i frutti della pratica, lontano dai riflettori ed estraneo al rumore […]

Trasformare la psicoterapia con il modello Bottom Up – Intervista a Peter Levine

Il magazine internazionale Psychotherapy Networker ha pubblicato recentemente nella sua edizione on line un’intervista allo scienziato ed esperto internazionale nella risoluzione del trauma Peter Levine. L’interesse crescente del mondo delle neuroscienze rispetto alle dimensioni sensoriali dell’esperienza e a come queste possano permettere potenti integrazioni tra le varie aree del cervello e dell’organismo, stanno cambiando di […]

La via della leggerezza

In questi giorni esce nelle librerie il nuovo libro di Franco Berrino e Daniel Lumera “La via della leggerezza”. Il testo viaggia insieme alle musiche di Flavio Zandarin e Tamara Bergamin, i mantra di Nadeshwari Joythimayananda e le voci degli autori che propongono una serie di proposte immaginali e pratiche di consapevolezza.
“Che il canto sostenga […]

Manifesto Matrika Gathering

MATRIKA  CONSCIUOSNESS DEVELOPMENT
“ESSERE COSCIENZA” – Gathering 2019

Il Cielo e la Montagna nell’acqua che bevi, la luce di una stella, il Sole, nel cibo di cui ti nutri o l’intero Universo nell’aria che respiri…Tutto è coscienza.
Cosa accade quando la ricchezza delle infinite culture del pianeta, le singole categorie di conoscenza, le scienze, i saperi ancestrali custoditi dai […]

Introduzione a Matrika n°7

Sei un robot?
Fino a qualche anno fa questa domanda ci avrebbe fatto sorridere; oggi talvolta ci arriva attraverso quegli schermi a cui sempre più spesso siamo attaccati e la nostra mente, inizia già a non trovarla così strana…
Milioni sono investiti ogni giorno nell’ambito della ricerca e della diffusione pervasiva delle tecnologie, un sottile “gioco” è in atto: indurre dipendenza, ampliare i mercati, aumentare la richiesta, massimizzare i profitti…
Ma poi che cosa avviene in te quando l’aria si fa più calda, i fiori sbocciano in cascate di colori e i germogli annunciano il verde brillante della Primavera?
[…]

Familiarizzarsi con la mente: consapevolezza della quiete e del movimento

Se il pensiero sorge, sii presente in quello stato;
se il pensiero non sorge, rimani ugualmente presente.
Allora non c’è differenza tra i due momenti.
Chogyal Namkhai Norbu – Il Cristallo e la Via della Luce
La mente e il corpo non sono separati, però, per accedere ad un benessere che non è momentaneo, effimero e superficiale, che non dipende dal ”mi-piace” e dal “non-mi-piace”, è essenziale familiarizzarsi con la mente.
[…]

Transe Learning – Una nuova metodologia transpersonale

Per comprendere il Transe Learning, possiamo partire dall’oggetto della ricerca dell’approccio transpersonale, la realizzazione del Sé.
Il Sé in quanto essenza esprime la totalità della Psiche che è soggetto, non ha spazio e non ha tempo. Wilber, (Wilber 2011).
Quando, il soggetto diventa oggetto di studio, dobbiamo chiederci come possiamo operare secondo una metodologia e un insegnamento che ne rispetti la sua vera natura.
[…]

Accogliere un’era di Unità di Coscienza

“In ultima analisi, la magia, la religione e la scienza non sono altro che teorie del pensiero; e allo stesso modo in cui la scienza ha soppiantato i suoi predecessori, così può in seguito essere sostituita a se stessa.” Sir James Frazer – The Golden Bough. 1922.
Trasformazione di coscienza
[…]

Ayni: il concetto di reciprocità andina.

Esiste dentro di noi una pulsione sana che ci spinge ad allontanarci dal dolore per avvicinarci al piacere. Siamo in continua ricerca del benessere, non solo di quello inerente alla salute del nostro corpo, ma anche quello del nostro equilibrio emozionale e del nostro potere economico e materiale. Il nostro interesse personale ci porta a pianificare ed ad agire alla ricerca di questo benessere che sperimentiamo in maniera proporzionale al successo delle nostre aspettative. Siamo spesso abituati a pensare a noi stessi o al massimo alla nostra famiglia, cosa che non ci consente di comprendere quanto per nostra natura, siamo connessi in maniera inscindibile alla Madre Terra ed all’intero Cosmo.
[…]

Economia nelle società primitive. Le società contro il lavoro

L’uomo è un essere sociale non economico. (Aristotele)
La storia della modernità è la storia dell’imposizione del lavoro che ha lasciato sull’intero pianeta una lunga scia di desolazione e di orrori. Infatti la richiesta di sprecare la maggior parte dell’energia vitale per un fine tautologico, deciso da altri, non è mai stata interiorizzata tanto quanto lo è ai giorni nostri. Ci sono voluti diversi secoli di violenza aperta su larga scala per far entrare, letteralmente a forza di torture, gli uomini al servizio incondizionato dell’idolo “lavoro”. Guerre, conquiste e schiavitù hanno avuto un ruolo centrale nel trasformare le economie umane in economie di mercato[1].
[…]

Società e traumi evolutivi

“Clinici e ricercatori che si occupano di persone che hanno vissuto traumi cronici si confrontano quotidianamente con le reazioni di attacco-fuga o immobilizzazione. I nostri pazienti (e qualche volta i colleghi) si offendono per nulla e spesso disorganizzano la loro e la nostra vita perché si arrabbiano o si vergognano o si paralizzano troppo. Piccole irritazioni si trasformano facilmente in catastrofi; anche piccoli problemi di comunicazione diventano difficili da sanare, trasformandosi in conflitti interpersonali drammatici. Il balsamo della gentilezza umana, così importante per rendere la vita sopportabile, molto spesso fallisce nel controbilanciare la disperazione, la rabbia, il terrore di persone che hanno vissuto traumi ed abbandoni”  Bessel van der Kolk
[…]

L’errore delle neuroscienze e delle scienze cognitive

Quando guardiamo una persona, vediamo solo il suo corpo, eppure sappiamo che, in quello stesso momento, quella persona sta facendo esperienza di un mondo di cose che, per noi, non sono visibili. Per esempio, quella persona sta guardando insieme a voi un tramonto e, magari, sta ricordando momenti e situazioni passate. Il suo mondo esperienziale, quello che quella persona vede e sente, non è direttamente accessibile ad altri. Per sapere che cosa vede e pensa e prova, dovete chiedere. Questa inaccessibilità ha fatto sì che si sviluppassero idee come l’anima o, in tempi più recenti, come la mente cognitiva o la coscienza fenomenica. Questo è un errore che ha condizionato la nostra tradizione culturale e che, oggi, continua ad affliggere le neuroscienze e le scienze cognitive.
[…]

Vivere di luce – Intervista ad un’amica Breathariana

Nella mia vita ho avuto la fortuna di incontrare numerose persone che hanno fatto scelte fuori dalla norma, che hanno percorso sentieri ed esplorato modi di essere umani lontani dalle convenzioni del loro tempo. Lo scorso anno in India è accaduto proprio questo, qualcosa di vicino a quel fenomeno naturale che Jung avrebbe denominato sincronicità: nello stesso istante seduti ad un tavolo di fronte ai corsi fluviali che scorrono nella giungla del Kerala, io ed una donna sulla sessantina, dai tratti somatici europei, con i capelli bianchi e lo sguardo illuminato da occhi profondi e brillanti.
“Hai mai sentito parlare dei Breathariani? Sai che chi abbraccia questo stile di vita può vivere con un solo pasto al giorno o anche meno? Hai mai considerato la possibilità di vivere di luce?”.
[…]

Il serpente in terra ed in cielo

I serpenti si sono manifestati nella mia vita in molti modi e in molte forme. Il mio primo ricordo da bambina in Africa è quando ho quasi calpestato un vipera addormentata. Mio padre, per fortuna, mi ha afferrato e sollevato. Non è successo niente, ma ho sentito la paura di mio padre.

Mi sembrava di attirarli e una volta ho effettivamente anche dormito in una camera con un cobra lungo più di un metro, senza essere consapevole del fatto fino alla mattina successiva. Ero molto spaventata dai serpenti e hanno continuato a comparire sia nel mio mondo fisico, che in sogno. La vita, tuttavia, è stata gentile e circa quindici anni fa mi ha mandato un piccolo serpente per abituarmi. Da questo ho progredito a serpenti più grandi e ormai la paura è andata anche se ho ancora un tremendo rispetto per loro.
[…]

Voce, intimità e relazioni

Qualcuno potrebbe sorprendersi nel leggere che parlare della voce è parlare del femminile. Ma la sorprendente somiglianza morfologica tra le corde vocali (maschili e femminili) e le “labbra” del sesso femminile rende più stimolante la tesi di varie studiose ed esploratrici in ambiti diversi che sostengono una stretta parentela tra l’estasi del piacere femminile e una sorta di onda sonora interna prodotta dalla voce attraverso il corpo di chi canta.
[…]