Matrika Consciousness Development è spazio e strumento di dialogo e confronto internazionale, ospita contributi volti a far luce su ogni ambito dell’esperienza umana, promuovendo una visione moderna ed integrata di ogni stadio dell’esistere.

Il booklet “Prenatal and Birth Therapy” – Matrika Edizioni 2018, inaugura una nuova fase di divulgazione e condivisione dei frutti delle nostre ricerche, dal cuore degli autori alla coscienza comunitaria, dall’etere del web alla pubblicazione su supporto cartaceo.

Abbiamo deciso di non dare un prezzo alla nuova pubblicazione, lasciando che le persone che abbiano interesse a riceverla possano contribuire con un’offerta libera: per un altro comune passaggio dalla competizione alla condivisione, dal profitto al dono…

Questo anche per creare un processo di autofinanziamento che nel tempo permetta altre pubblicazioni senza il supporto finanziario di sponsor o istituzioni, per mantenere una completa indipendenza  nella scelta degli argomenti da diffondere ai lettori.

Per ricevere copie scrivere a: info@matrika.co

Dall’introduzione

(…) Così, per partire dall’inizio, la nascita ed il periodo perinatale sono il territorio esplorato dagli scritti qui raccolti, i quali, lungi dall’essere un punto d’arrivo, rappresentano come delle isole, arcipelaghi ancora selvaggi e quasi incontaminati nel vasto oceano della conoscenza umana.

Infatti anche se già a partire dagli anni ‘70, le intuizioni di terapeuti e ricercatori come  W. Emerson, F. Sills e R. Castellino hanno approfondito e ampliato la consapevolezza dell’importanza della fase perinatale per l’essere umano e questa è a tutt’oggi condivisa e sostenuta anche da studiosi come D. Siegel, D. Stern, D. Chamberlain e A. Piontelli, il valore aggiunto dell’approccio di Dominique Dègranges e della sua scuola che annovera Paola Battocchio, Milena Paltretti e Nadeshwari Joythimayananda tra i suoi facilitatori, è senz’altro l’esperienza.

Il nuovo millennio oltre che da innovazioni tecnologiche sorprendenti sembra essere caratterizzato infatti dall’emergere di comprensioni fondamentali sull’importanza dell’esperienza e dell’interazione umana per lo sviluppo e l’equilibrio del nostro organismo. L’ambiente, le relazioni, la vita con cui entriamo a contatto modificano attivamente la trascrizione del nostro patrimonio genetico, modulano a tal punto le funzioni del nostro sistema nervoso da arrivare a modificare i circuiti neurali attraverso il fenomeno fisiologico naturale denominato neuroplasticità.

Nel panorama odierno, oltre a Prenatal and Birth Therapy ci sono anche altri approcci che si dedicano ad approfondire come le esperienze precoci possono influenzare la nostra esistenza. Tra questi ci sembra opportuno nominare il metodo della Respirazione Olotropica ideata dallo psichiatra ceco Stanislav Grof, fondatore della psicologia transpersonale, e il lavoro con i bambini promosso dallo psicoterapeuta corporeo Matthew Appleton.

Stanislav Grof, grazie ai suoi studi sugli stati non ordinari di coscienza, ha scoperto che accedere alle dimensioni perinatali e transpersonali della psiche ha un enorme potere trasformativo nell’individuo. In particolare, per quanto riguarda le dimensioni perinatali, per Grof hanno una forte efficacia di guarigione le esperienze che comportano rivivere la nascita, il concepimento, i vissuti nell’utero, nel canale del parto e la nascita stessa.

Matthew Appleton ha sviluppato un lavoro volto alla comprensione del linguaggio preverbale dei neonati. Attraverso questo linguaggio, secondo Appleton, i bambini esprimono i loro bisogni, ma soprattutto raccontano i loro vissuti intrauterini dal concepimento alla nascita. Attraverso il suo lavoro aiuta famiglie e operatori a comprendere le conseguenze di un trauma non risolto in relazione al bonding e al processo di attaccamento.

Maggio 2018 – Jerry Diamanti, Nadeshwari Joythimayananda, Dominique Dègranges e Paola Battocchio a Genova per la presentazione del booklet

Prenatal and Birth Therapy, di cui qui ci occupiamo, fonda proprio sulla dimensione esperienziale e sulla visione sistemica della realtà, le basi di un metodo che si rivolge alla rielaborazione consapevole e non catartica di imprinting ricevuti inconsciamente e registrati dall’organismo come memorie corporee o impulsi disadattativi talvolta fortemente debilitanti.

La vecchia dimensione cliente-terapeuta in questo moderno approccio integrato viene superata attraverso l’uso di strumenti radicati nei saperi ancestrali e informati dalle moderne teorie sul neuroaffettivo.

Il contatto, il contenimento, il sostegno e la fiducia che si creano in un campo relazionale amorevole sono le vie preferenziali per gli stadi precognitivi esplorati nei processi di imprinting in piccoli gruppi di persone, tipici degli Imprinting di Nascita.

Attraverso queste semplici, ma affatto banali, risorse è possibile intervenire sia sulle memorie esistenziali, legate alle esperienze del preconcepimento e del concepimento fino alla nascita, le quali lasciano temi profondi legati al senso della propria esistenza, che sulle impronte legate alla sopravvivenza che si attivano nel nostro corpo a partire dalla nascita.  È, quindi, possibile deattivare impulsi connessi alla sopravvivenza attivi a livello subcorticale, trasformare credenze, giudizi e forme pensiero legati al modo in cui siamo arrivati al mondo, se siamo stati voluti e come siamo stati accolti.

L’amore, quella forza della natura potente e misteriosa a cui diamo tale nome, è il campo di consapevolezza attraverso il quale i partecipanti all’imprinting si sintonizzano, permettendo al gruppo di essere di supporto ad ognuno dei singoli partecipanti. Qui talvolta la dualità soggetto-oggetto, di chi percepisce e chi è percepito, si supera. In relazione a questo stadio del processo invece, c’è qualcosa di simile a ciò che vive la diade madre-neonato, quello stadio di relazione profonda denominato intersoggettività.

Oltre ad applicare questi strumenti solo agli adulti, la semplicità e l’efficacia dei principi di Prenatal and Birth Therapy, creano la possibilità di generare un nido familiare presente e consapevole affinché i nuovi arrivati possano incontrare un ambiente di amore e sostegno.

    Jerry Diamanti, Paola Battocchio e Nadeshwari Joythimayananda

Matrika Consciousness Development

Salva

Salva