“Dal Presente”

Dal presente petali bianchi in cielo, vento forte, il ritmo dei semafori, dita veloci che scorrono su schermi, respiri corti, stare davanti a un computer senza sapere il perché, fibrillazioni digitali, autostrade sinaptiche per uomini involontari…

Tutto è Uno, ma se non siamo separati dalla società in cui viviamo…

Nuovo millennio bambini che giocano, droni da caccia, paura dell’altro, connessione come nuova religione, gli schermi ormai parte di noi, vere protesi messianiche da toccare, venerare in intimità dissociate forse, a eluder la vita…

Tutto è Uno, ma se la realtà diviene proiezione di se stessa…

Desideri compulsivi, intelligenze artificiali, Antropocene, l’idea di successo…

Comunque all’inizio lo si immagina separato (l’Uno), come passo preliminare per la sua conoscenza.” 1

E mentre i ghiacci si sciolgono al sole, milioni di persone, voraci di consumo, nelle moderne metropoli generano una concentrazione di pensiero quasi tangibile, un brusio di menti senza precedenti.

In quest’oceano di voci assordanti Matrika assume il tono del sussurro, la forma della goccia.

E come parte del Tutto ogni autore che ha contribuito a questo nuovo numero di Primavera ci invita ad andare con sguardo nuovo sotto la superficie, a farci ascoltatori silenziosi, capaci di vedere quello che non appare, ma è.

La profondità si conosce solo quando essa si rivela e sfugge sempre alla mente argomentativa. … Il rispetto per l’ignoto è l’atteggiamento di coloro che, invece di violentare la natura, la corteggiano finché non è essa stessa a concedersi. Ma quel che essa dona, anche allora, non è la fredda chiarezza di una superficie, ma la calda intimità di un corpo – un mistero che non è semplicemente negazione, vuota assenza di conoscenza, ma quella sostanza positiva che chiamiamo “meraviglioso” 2….

Se siamo vivi, qui , adesso… a riempirci i polmoni di vita in questo nuovo istante, allora senza dubbio già da anni siamo su questo pianeta immersi nell’esperienza, nell’apprendimento e nell’esplorazione dell’essere.

Nell’attesa di arrivare qui, esattamente a questo appuntamento.

Oggi…

In quanto natura, come esseri umani

possiamo partecipare anche in modo consapevole

agli attuali cambiamenti

dei cicli millenari

del pianeta che abitiamo.

Dal presente, ancora i fiori continuano a sbocciare

e il vento forte di certo non smette,

di diffondere al cielo il loro nettare.

Jerry

1Vijnana Bhairava Tantra

2Alan W. Watts