Dalla Sierra Nevada di Santa Marta, un antico e paradisiaco territorio vergine indigeno, ubicato nell’area atlantica della Colombia in Sud America, gli anziani e le sacerdotesse hanno lanciato un appello rivolto a tutti per la creazione di nuovi accordi, poiche’ quelli attuali stanno distruggendo la madre terra e l’integrita’ che siamo come esseri umani, come protettori e guardiani della vita.

Grazie al cammino che  ho fatto  insieme a sagge e saggi di diversi credo, religioni e ideologie, ho avuto la visione di creare L’ACCORDO DELLA NUOVA DONNA, una costruzione comunitaria che ha l’intento di dare l’impulso alle Donne per una riflessione profonda su come assumiamo la nostra naturalezza e ci relazioniamo con essa, in modo da comprendere che dal nostro sguardo interiore, dipende la nostra visione dell’esterno e l’agire che esprimiamo. Questa e’ una scommessa per eliminare la violenza che c’e’ tra le donne, con e dall’energia femminile.

So che con questo processo stiamo iniziando un lavoro che in alcune occasioni, coinvolgera’ varie generazioni prima di essere totalmente metabolizzato, in ogni modo e’ ul lavoro che stiamo facendo, ispirandoci agli sforzi che hanno fatto le nostre madri e le nostre antenate per rivendicare il loro ruolo nel mondo. Cos*, prendiamo come  esempio la  nostra natura di Madri dell’Umanita’, per dare a questo proposito un focus di amore incondizionato, rispetto, cautela, contenimento e integrazione, onorando le nostre origini, credenze, orientamenti sessuali, religioni, professioni, impegni e ideali, tra gli altri. In questo modo, e’attraverso questo esercizio che gestiamo la Reta di Donne che si Risvegliano, nella quale sono la coordinatrice, proponiamo di concentrarci sull’amore per non alimentare la paura e la lotta che per tanti anni e’ stata protagonista nel mondo e della quale non vogliamo essere vittime ne artefici.

Nel 2018 entriamo nel terzo anno dell’accordo, a livello mondiale lo celebriamo il 25 Novembre, data proclamata dell’ONU come giornata della non violenza sulle donne, ma e’ fondamentale che noi stesse prendiamo coscienza che molte volte le prime a farci del male siamo noi stesse per  via della societa’ patriarcale nella quale abbiamo vissuto per generazioni.

 

Senza dubbio che il nuovo modo di pensare, la nuova era, il nuovo umano non deve avere divisioni di genere, poiche’ non si tratta di passare da un era patriarcale ad una matriarcale,  questo sarebbe solo poco piu’ che lo stesso vecchio paradigma, quello che dobbiamo fare e lo credo nel piu’ profondo del mio essere, e’ raggiungere equilibrio tra la polarita’ femminile e maschile, essere l’incarnazione, il frutto del matrimonio divino del sacro femminile e il sacro maschile, i figli promessi della terra promessa, e questa terra e cio’ che possiamo costruire noi tutte e noi tutti, cio’ integrerebbe il principio stesso della creazione. E’tanto semplice cosi’ come nello spazio della fecondazione l’ovulo non puo’ litigare con lo spermatozoo, ne viceversa, poiche’ questo negherebbe la possibilita’ di esistere.

 

Queste considerazioni ci portano all’origine di cio’ che siamo:

 

Fraternizzare il nostro animale interiore con la nostra divinita’

Integrare la nostra luce con la nostra ombra

Togliere voce alla paura e dare forza all’amore

Essere il Dio che cammina

E scrivere la nostra propria storia

Solo se apprendiamo ma guardarci negli occhi, a riconoscere nell’altro la scintilla di vitalita’ che l’ha generato, possiamo togliere parola al giudizio che ci divide, potremo essere veramente sorelle e fratelli, sono convinta che tutte e tutti noi che abitiamo questa terra facciamo il meglio che possiamo in base alla nostra storia e a quello che ci hanno insegnato.

 

Questo e’ il tempo di dare potere all’amore, di eliminare ogni tipo di frontiera, l’epoca della dominazione e’ terminata ed ognuno dovrebbe poter decidere la propria verita’ senza paura della morte o dell’estinzione, alla fine noi stessi siamo i nostri antenati e stiamo vivendo un tempo che abbiamo gia’ sognato.

Tra tutte e tutti ricordiamo gli accordi che ci porteranno in cammino alla nostra dimora: il nostro cuore.

 

Questo e’ il pensiero della Nuova Donna che rapprtesento grazie alla voce che mi hanno dato piu’ di 100.000 donne in 29 paesi.

 

  • Nell’anno 2016 abbiamo ci siamo incontrate in 250 cerchi di donne che si sono riuniti contemporaneamente in 26 paesi.
  • Nel 2017 ci sono stati piu’ di 500 cerchi di donne simultaneamente riunite a prendere accordi in 22 paesi.                                                                                                                                                          Grazie al lavoro amorevole delle persone della nostra rete queste informazioni sono state tradotte in spagnolo, inglese, italiano, tedesco e francese!!!

 

Questa e’ azione viva di sorellanza.

Con Amore.

 

 

Laura Moreno

Materializzatrice di Sogni

Fondatrice di Donne che si Risvegliano

“L’Accordo della Nuova Donna mi e’ giunto come risposta a una domanda che si e’ aggirata per la mia vita, la mia esperienza come umana, donna, avvocatessa e doula, attivista per i diritti umani e la costruzione della pace, circa la modalita’ di unire due mondi apparentemente contrapposti, ma che in fondo si alimentano l’un l’altro, l’essere e la ragione, l’essenza e la materia e la relazione tra la vita personale e la sua manifestazione in pubblico. Parlare di pace, diritti umani e sviluppo, limitandolo solo alla politica, al sociale o al giuridico, significa omettere le ripercussioni che l’ambito personale o privato, ha sulla forma con la quale costruiamo il mondo. In questo senso, portare coscienza sulla condizione delle donne, significa renderci conto della storia dell’umanita’, poiche’ e’ attraverso di esse che si trasmette l’informazione genetica, informazione di amore o violenza che si imprime di generazione in generazione. Lavorare per quelle, riconoscendo i loro significati, il valore e l’impatto differenziale delle loro esperienze e storie, significa lavorare per una nuova umanita’. Generare opportunita’ per cui le donne ristabiliscano la connessione con se stesse, con il loro amor proprio e con il loro potere personale, si tratta di una scommessa personale e collettiva, di uomini e donne, per sanare la memoria, trasformare la storia e creare nuovi paradigmi in cui l’amore travalichi la paura e qualsiasi forma di violenza non abbia piu’ luogo. Ed e’ questa opportunita’ che viene aperta dall’Accordo della Nuova Donna, e la ragione per cui dal suo inizio ho sentito questo proposito e mi sono attivata per la sua realizzazione. Grazie, Laura Moreno, per averne avuto la visione ed avermi invitato a cocreare con te, insieme a tantissime altre donne questa amorevole e potente attivita’”.

 

Juliana Parra

CoCreatrice dell’Accordo della Nuova Donna

 

 

Su “Donne che si Risvegliano”:

E’ considerata la rete internazionale di cerchi di donne simultanei piu’ grande del mondo.

Rete Internazionale nata in Colombia nell’anno 2014 che fino a questo momento e’ seguita da piu’ di 100.000 persone in Europa, Nord, Centro e Sud America. Attraverso i cerchi, i seminari e gli incontri pubblici cerca di stimolare una riflessione profonda sulla femminilita’, la sua storia e la sua capacita’ trasformativa, appoggiando le donne nei loro differenti processi di vita e invitandole a connettersi con la propria naturalezza, intraprendere cammini di riconoscimento e riconciliazione, da una sana relazione con se stesse in relazione con il mondo.

 

 

Alcuni accordi raccolti dai vari cerchi tenutisi il 25 Novembre 2017 nel mondo:

Sono parte del Piano Divino per trasformare e sanare la Terra e come tale, assumo la mia responsabilita’ e offro il meglio del mio essere per questa missione e in questa nuova costruzione accetto amorevolmente la parte maschile in me e quella dei miei uomini.

Claudia Celemin, Bogotá Colombia

 

“Mi prenderò cura e proteggerò la Vita in tutte le sue manifestazioni, iniziando da me e continuando con la mia famiglia ed il mio territorio. Sono Madre e guardiana della Vita”

Carmiña Rojas, Silvana Colombia

 

Riconosco che le donne hanno il potere dentro di esse e da esse stesse sorge il potere di cura per l’umanità”

Laura Nardi, Formosa Argentina

 

“Condividerò tutti gli insegnamenti della Pachamama, della madre e degli Apus con l’umanità”

Martina Mamani, curandera tradicional, comunidad de Raqchi, Cuzco Perú

 

“Avrò cura del mio corpo che è il primo territorio, come preghiera il mio femminile nella luce”

Nelly Rativa, Princesa Muisca, Bakatá, Colombia

 

Non più violenza tra donne. Rispetto,solidarietà e amore.

Rita, Ciudad de México

 

Essere seminatrici di amore, prendendo coscienza del fatto che dobbiamo recuperare la nostra naturalezza femminile. Riconoscere in ogni istante che siamo tutti parte della coscienza divina. Rispettare senza giudicare le opinioni, le credenze e i modi di vivere delle altre persone“.

Betsy Cedeño, Grupo de Mujeres Que Despiertan de Manta, Ecuador

 

E’ facile essere violenti tra uomini e donne…quando non rispettiamo la vita degli altri: animali, piante, alberi, acque, aria, terra… tutto questo ci ha lasciato in eredità la logica patriarcale… E ora nel tempo dell’energia femminile è importante cambiare quei valori limitanti che abbiamo ricevuto modificando il nostro modo di pensare ed agire. Connetterci con il sentire interiore delle nostre acque è connettrci con il sentire delle acque della vita di questo bel pianeta. Questo impegno e accordo è assai fondamentale… quando noi amiamo, amiamo gli altri, amiamo la nostra grande casa e famiglia pianeta”

Mariana Soledad Muñoz Justiniano.Grupo de Mujeres Que Despiertan en La Paz, Bolivia.

 

Ci impegnamo ad amarci ed accettarci dal nostro essere interiore come donne, lasciando indietro la lunga competitività generata ancestralmente

Lucrecia Amador. Grupo de Mujeres Que Despiertan en San José, Costa Rica

 

Grazie a tutte le donne, ai loro accordi personali che hanno permesso di generare questi accordi di gruppo che vogliamo abbracciare, accogliere nel nostro presente come un seme per crescere nell’amore! Speriamo di ispirare altre donne ad incontrare i loro accordi personali ed iniziare a tracciare un cammino verso la realizzazione e la felicità autentica

Laura Parodi. Grupo de Mujeres Que Despiertan en Italia

 

Con grande entusiasmo amore e fiducia ci siamo riunite in yurta anche noi dall’italia -savona e formulato dei nuovi accordi!!!

Ecco gli accordi del nostro gruppo:
-dedicare più tempo a noi stesse onorando la nostra ciclicità e unicità
-trasformare la paura e sanare le nostre ferite
-perdonare nel profondo la nostra bambina interiore
-essere ricercatrice del femminile e accordarci con tutte le donne

Laura Lorenzini. Grupo de Mujeres Que Despiertan en Cogoleto, Italia

 

Da Edimburgo in Scozia ci uniamo all’Accordo della Nuova Donna. Grazie per questa opportunità di poter scrivere coscientemente accordi personali per sostenere i nostri desideri di una vita pacifica in sorellanza e fratellanza”

 

Sylviana Geoffray. Grupo de Mujeres Que Despiertan en Edimburgo Scozia