Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Episodio 2.10

Dopo la seconda guerra mondiale, soprattutto in America, l’indagine psichiatrica mira a studiare ed eventualmente sanare le ferite che si erano prodotte su soldati e civili, e di rimando fornire nuovi strumenti d’indagine per conoscere in modo sempre più scientificamente approfondito il funzionamento del corpo umano e in particolare della sua sala comandi, il quartier generale del cervello. Analizzare i problemi della mente significava capire l’origine di tali guasti e soprattutto porvi rimedio per restit uire alla società un cittadino funzionante.

Nel 1948 si costituisce la Federazione Mondiale per la Salute Mentale, tutt’ora attiva e responsabile della pubblicazione del DSM, il Manuale Diagnostico Statistico delle cosiddette malattie mentali, dall’inizio legata strettamente a OMS, UNESCO, alla Fondazione Macy – per non parlare dei suoi legami con l’eugenetica americana e nazista.

E nel calderone cibernetico di quegli anni, nel 1953 il direttore della CIA, anch’essa nata da poco, Allen Dulles autorizza il programma MKULTRA, finanziando diversi progetti intesi a realizzare il controllo mentale degli esseri umani tramite l’uso di ipnosi, sostanze psicotrope, lobotomie, suggestioni subliminali indotte, nonché combinazioni varie di queste tecniche tra loro.

«La ricerca e lo sviluppo di materiale chimico, biologico e radiologico da potersi utilizzare in operazioni clandestine per controllare il comportamento umano […] tra cui radiazioni, elettroshock, vari campi della psicologia, sociologia e antropologia, grafologia, sostanze molestanti, materiali e dispositivi paramilitari.»

Ascolta l’audio dal sito della Nave dei Folli

oppure

 Scarica qui l’ mp3

 

Sommario Ep. 2.10

 

Riferimenti Ep 2.10

  • Pierre Bastien, Deep Speed (Mechanoid, 2001)
  • Xploding Plastix, Omar Sharif Bonanza, Pistola Hub Club (Behind the Eightball 2001) e More Powah to You (Amateur Girlfriends Go Proskir, 2001)
  • Vradiazei, A distant mirror (Vradiazei, 2010)
  • Ian MacNaughton – Monty Phytons, E ora qualcosa di completamente diverso, (1971)
  • Actarus, Atlas UFO Robot (1978)
  • Antonín Dvořák, Allegro con fuoco, Sinfonia n. 9 “Dal nuovo mondo” (Orchestra del Teatro La Fenice diretta da Daniel Harding, 2011)
  • No Chappy? Bourgeois!, H1N1 (Geppi? Bargneus! – 2012)