Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

La pratica dello Shinrin Yoku ha una data di nascita precisa, il 1982, quando fu addirittura il Ministero dell’Agricoltura a riconoscere che le foreste giapponesi esercitavano un’influenza positiva sulla salute psicofísica di chi vi si addentra. Da allora le ricerche sui benefici prodotti dai nostri amici verdi si sono moltiplicate e non solo in Giappone. I risultati sono straordinari e dimostrano che i benefici del “bagno nella foresta”, così la traduzione del termine nipponico, sono reali e possono intensificarsi se chi si immerge nella natura utilizza degli esercizi specifici di piena presenza: dalla riduzione dello stress, sia percepito, sia attraverso misurazioni obiettive di tassi di cortisolo e ormoni dello stress, al sistema respiratorio e cardiovascolare.

L’essenza dello Shinrin Yoku e’ ancestrale e affonda le radici nello scintoismo, l’antica religione giapponese di stampo animista, legata alla natura, secondo la quale spiriti soprannaturali abitano le “cose” della natura. Le religioni ancestrali, che siano orientali o occidentali hanno sempre questo aspetto in comune, il legame tra gli umani e la Natura, la coscienza che gli umani avevano della Vita che scorreva dentro di sé e che era legata a alberi, fiori, erba, animali.

Insomma una sorta di super comprensione del creato, visto come un sistema connesso a vari sottosistemi che, infelicemente nel 2022, non ancora tutti hanno realizzato.

Niente a che vedere con esercizi fisici, escursioni o jogging. Shinrin Yoku è pura presenza, un ponte tra l’enterocezione e la propriocezione.È semplicemente essere nella natura, connettersi attraverso i nostri sensi per una trasformazione gentile e uno scambio di doni tra noi e la natura.

 A combinare lo Shinrin Yoku con SE saranno Monica Simionato, antropologa e Ursula Furstenwald, psicologa. Entrambe practitioner di SE, si sono conosciute nell’organizzazione Somatic Experiencing, dove Ursula insegna come docente internazionale e Monica ha offerto il suo lavoro nel consiglio di amministrazione dell’organizzazione di Boulder.

Il Viaggio comincia insieme nell’isola di Naxos, dal 3 all’8 luglio: la pratica dello Shinrin Yoku porterà i partecipanti in contatto con la nostra natura di umani, gli esercizi di presenza dello Shinrin Yoku aiuteranno a percepire il nostro corpo attraverso i sensi e a rielaborare le sensazioni filtrandole attraverso l’approccio di Somatic Experiencing. Osservare in piena presenza la natura e vedere la propria natura nello specchio della Natura e’ un’esperienza che apre all’indulgenza benefica verso di se. La Natura crea perfezione e noi umani cureremo le nostre ferite con la perfezione imparata dalla Natura.

“Sarà una pratica potente, legata alla deprogrammazione e al risveglio della mostra individualità in un fiorire, ed è proprio il caso di dirlo, del corpo umano che tanto ha in comune con la vegetazione – spiega Monica Simionato – . Osservando come la natura resta perfetta anche nelle imperfezioni, impareremo a vederci come essere perfetti nella nostra imperfezione, e attraverso questa consapevolezza, la pratica di SE sarà accolta nel cuore per operare una trasformazione gentile del nostro sistema nervoso che si ripercuote in quel benessere che molti di noi sperimentano grazie alla SE.

Le due pratiche di Shinrin Yoku e SE si conciliano e si completano.

La metafora mitologica del Labirinto nervoso-mentale da cui si esce col filo di Arianna. Questa Immagine trasformatrice e piena di risorse, il filo di Arianna ci conduce alla libertà, ma c’e anche un aspetto più esoterico: potersi avvicinare al minotauro, che può incarnare l’essenza del trauma. Un avvicinamento gentile, che ricorda la titolazione graduale della SE, per ammansire il mostro e convivere con lui in una rinnovata relazione, dove il mostro non è più tale… ma diventa alleato.

Risignificare il mostro, il trauma, porta a una coscienza ampliata, a una visione nuova della vita. Dunque SE e Shinrin Yoku per una crescita gentile e ed efficace.

In un ambiente da favola, con persone che vogliono scoprire e riscoprire la loro natura interiore.  Durante questo seminario esploreremo il potere curativo naturale della Natura e torneremo a casa con una rinnovata capacità di amare ed essere riconosciuti e amati per quello che siamo. Se puoi esserci, sii con noi!

Monica Simionato