“Incontrare la stabilità e il radicamento di tutte queste donne sagge va a nutrire ciò che la storia dell’occidente ha spazzato via secoli or sono.

Con la caccia alle streghe e la sottomissione di genere ci è rimasta un’impronta culturale che ci fa credere che dobbiamo essere funzionali ai tempi di produzione della società patriarcale.

In questo modo non possiamo prenderci il giusto tempo per riconoscere ed incontrare le varie fasi del nostro essere cicliche e quindi in armonia con la Natura che ci circonda. 
Perchè non è una perdita di tempo, non è errato e non è pericoloso.

Essere stata testimone di tale naturale e lenta bellezza di passaggio di informazioni verbali e vibrazionali, ha colmato quel grande vuoto creato dalla scarsa possibilità d’incontrare donne anziane riconosciute sagge in Italia e in Europa.

Questa possibilità ci ha cullate e ha riacceso la speranza di un nuovo dialogo fra le generazioni che porti a rispettare la ciclicità dell’essere umano.”

Nadeshwari Joythimayananda

L’argomento del concilio ospitato a Firenze “Esplorando l’Eterna Saggezza” – Tradizioni e Rituali – “Cos’è una grandmother allora?” è stato sviluppato nel pomeriggio del Sabato. Abbiamo dibattuto e condiviso in cerchio. Tutte abbiamo espresso idee ed opinioni.

Segue una serie di citazioni dagli interventi delle anziane sagge convenute:

“La tradizione è il legame tra umano … e la prossima generazione”

“Tradizioni … sperimenta, trova possibilità, sii aperto … trova nuove tradizioni”

 “La saggezza (le leggi cosmiche, che sono ovunque) e le tradizioni sono cose completamente diverse. La connessione tra te – natura è un problema. Abbiamo perso il link. I genitori non sono stati in grado di dire / dare la grande comprensione, che va oltre il luogo specifico. “

 “Le nonne dovrebbero parlare ai giovani, in quegli spazi dove mai si incontrano nella vita di tutti i giorni”.

 “Seduto su una panchina del parco, stando in un autobus … parla ai giovani che incontri!”

“I bambini hanno perso la connessione …”

“Le tradizioni sono importanti. Diventano parte di te, capisci chi sei. Persone / rifugiati / immigrati senza tradizioni possono avere difficoltà a trovare / comprendere se stessi.”

“La tradizione è importante, ma non abbastanza. Devi decidere, quale parte manterrai / trasmetteresti e quale parte lascerai andare. Nel profondo delle radici, troverai saggezza senza tempo. Se rimani nelle tradizioni non puoi crescere “.

“È un grande lavoro dentro le nostre anime sapere cosa vuoi trasmettere”

“Le tradizioni vengono dal maschio e dalla chiesa”

“La tradizione è la natura. Non possiamo cambiarlo. Sono benedizioni di Dio, non possiamo darlo agli altri, ce l’abbiamo in noi … .sii in essa “

“… sul canto … in un gruppo di donne (UNESCO) i giovani raccolgono vecchie canzoni popolari”.

“… Mi sento benedetta ascoltandoci tutte (con cervello e cuore). Mostra ai giovani: imparare facendo. La chiave è: sii gentile con te stesso e con gli altri. È facile, il mondo cambierà. “

“Conoscenza: la saggezza del cuore – (solo una vecchia interpretazione greca, trasmessa in Europa) La saggezza è in ogni cellula, amore e passione, da tramandare”

“Siamo tutti illuminati. Dobbiamo mostrare potere (non debolezza) “

“Non dimenticare: la narrazione fornisce le linee guida tra i sentimenti (donna) e il cervello (uomo). Non usare solo storie / immagini di film “.

“Noi / la nostra generazione siamo cresciuti con la natura. Quindi, porta la giovane generazione nella foresta, nel cielo, nel mare … “

“Stiamo distruggendo la nostra natura con la spazzatura. Racconta storie ai bambini per far loro assumere l’abilità a rispondere. “

“La mia fonte di saggezza / ispirazione sono i bambini. Usa aceto e soda invece di sapone “

“I giovani di Trondheim ci hanno mostrato come connettersi e hanno parlato di ciò di cui avevano bisogno”.

“Non deve essere difficile, solo per mostrare ai bambini la saggezza”

“Tradizione: scegli ciò che porti dal tuo paese – mescola le tradizioni”.

“Saggezza: aprirsi alla fonte, è più facile quando si invecchia”.

“Mi sento arricchita … come un pesce volante”

 

Grandmothers presenti all’incontro:

Sabina, Erika, Madeleine, Irene, Elisabeth, Helga, Mary, Soizig, Sissy, Sofia, Vibeke, Maria, Swami, Tina, Isabella, Beate, Monika, Bette, Wenche, Aldona, Daiva, Christine and Toni.

Sfortunatamente MaryAnne non è riuscita ad intervenire.

 

 

Le giornate sono scivolate via fra dialoghi, incontri, suggerimenti…nuovi incontri, risate, danze e molto altro. Baciate da un sole inaspettato che ha reso questo soggiorno delle European Grandmothers caloroso e di ottimo auspicio.

L’incontro e’ stato per tutti un nutrimento, un cibo per l’anima e principio di condivisione e connessione nelle differenze. Geografie diverse ma comune desiderio di portare nuovi semi di cura e nutrimento alla Terra che abitiamo, ricordando quella saggezza che ci abita da sempre.

Giornate di studio, curiosita’, abbracci…

Tracce di tuto questo restano nel “campo” pronte a germogliare creando altro!

Il balsamo dell’amore, dell’unita’ non ci lascia certo indifferenti e, al contrario, ci rinforza verso il Nuovo che si annuncia.

Sabina Cesaroni

Il prossimo Meeting delle European Grandmothers sara’ ospitato in Lituania.

European Grandmothers Web Site