La non dualità è qualcosa che ci può indicare un aspetto della realtà. E’ talmente intima e semplice che non è una cosa trascendente, è qualcosa di così vicino alla nostra vera essenza che è difficile vederla“.

Abbiamo incontrato Mauro Bergonzi in Umbria durante il Science And Non Duality 2018.

Ci siamo trovati al fianco, vicini di pranzo, in un lunghissimo tavolo su cui i commensali avevano modo di conoscersi e condividere idee ed intuizioni emerse dalle varie esperienze del gathering. Inevitabilmente è nata una scintilla…

Ecco un primo breve video nel quale introduce il concetto di non dualità…

 

Mauro Bergonzi ha insegnato Religioni e Filosofie dell’India presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” dal 1985. È anche membro di I.A.A.P. (Associazione internazionale di psicologia analitica) e C.I.P.A. (Centro Italiano di Psicologia Analitica). È autore di saggi accademici e articoli su Filosofie orientali, Religioni comparate, Psicologia del misticismo e Psicologia transpersonale. Dal 1970, ha praticato la meditazione (principalmente all’interno delle tradizioni buddista, taoista e Vedānta), mantenendo sempre un approccio non confessionale e non dogmatico. Dopo uno sbiadimento naturale e spontaneo sia dal cercare che dal ricercatore, in lui oggi prevale solo un radicale non dualismo. Sotto questo aspetto, la sua lunga familiarità con gli insegnamenti di Nisargadatta Maharaj, Jiddu Krishnamurti e Tony Parsons è stata fondamentale. Negli ultimi dieci anni, è stato invitato a dare regolarmente sat-sang in Italia. Un saggio sulla comunicazione non duale che si verifica in questi incontri è stato pubblicato nel libro Il sorriso segreto dell’essere (Mondadori).

Ringraziamo per l’intervista Mauro Bergonzi e L’Animale – www.spaziolanimale.com