Fin dall’inizio la Vita è libera
è libera da tutte le costruzioni concettuali
è libera dai nostri perché e che cosa

Più abiti le percezioni sensoriali
meno hai bisogno di complicate spiegazioni razionali

Più sei a tuo agio nell’esperienza diretta, immediata
meno cerchi di controllare ciò che non è controllabile

Più fluisci meravigliato, in accordo con la ricchezza di questo momento
meno cerchi di appropriarti di ciò che non è tuo

Per prendere dimora in questo momento
ti basta essere non-distratto

Per riconoscere che sei già libero
ti basta aprirti alla meraviglia dell’istante

Per apprezzare pienamente ciò che vivi
ti basta dimorare nel silenzio che è sempre presente

Tu sei lo specchio e simultaneamente il riflesso nello specchio
tu sei il mare e contemporaneamente l’onda che ne increspa la superficie
tu sei la spaziosità del cielo e simultaneamente le nuvole che liberamente lo attraversano

Il soggetto-che-conosce sorge insieme all’oggetto-conosciuto
l’oggetto-conosciuto sorge insieme al soggetto-che-conosce
se artificiosamente non li separi e non ti aggrappi a nessuno dei due
nel momento in cui abbandoni la malattia del correggere e del migliorare, e riposi in ciò che è
Ecco! Sei finalmente a casa!

Quando ti accorgi che il movimento naturale dei pensieri sorge senza disturbare la quiete della mente
e ti accorgi che la quiete della mente non impedisce il naturale fluire del pensiero
e riconosci che sei totalmente sveglio, presente
e contemporaneamente sei non-impegnato, non-coinvolto, trasparente
Ecco! Sei nel tuo stato naturale!

Per continuare nel tuo stato naturale non c’è niente da fare e niente da non fare
tutto si manifesta con grande intensità e chiarezza
e, parallelamente, si libera senza sforzo e senza intenzionalità
ti basta riposare delicatamente nel continuo riconoscere
Ecco! Meraviglia!

Pietro Thea

pietro.thea@sedendoquietamente.org

www.sedendoquietamente.org